Quando il sonno della competenza genera mostri

di Gino Santini – Da Omeopatia33 del 9 giugno 2023

Deve essere l’insano desiderio di sbattere il mostro in prima pagina a spingere qualche cosiddetto giornalista a seguire l’andazzo imperante tra gli scettici duri e puri, che disperdono ai quattro venti giudizi fantasiosi e gratuiti su quanto neanche si degnano di approfondire. E quando si è venuto a sapere che anche la scomparsa della grande Tina Turner poteva essere in qualche modo connessa con l’omeopatia (più esattamente con un caso di malpractice ad opera di un medico francese) è ripartita la caccia alle streghe, secondo un consolidato copione secondo il quale, quando sbaglia un omeopata, deve essere messa al rogo tutta la disciplina, magari anche in compagnia di coloro che la praticano in modo serio e professionale. E non conta nulla rimarcare che anche in questo settore esistono apposite Società Scientifiche, Siomi in testa, che da decenni si dannano nel ribadire il ruolo che l’omeopatia può e deve avere nella medicina moderna, ponendo sempre al primo posto la sicurezza del paziente.
Come se non bastasse, ecco spuntare i giovani studenti tedeschi in farmacia che se ne escono con un non meglio specificato “Position Paper omeopatico” che vorrebbe bandire dalla farmacia i medicinali omeopatici. Beh, ogni tanto anche dalle nostre parti si assiste a qualche mal di pancia omeopatico da parte di farmacisti freschi di laurea (oppure in procinto di diventarlo, come nel caso di queste teutoniche braccia rubate al lavoro agricolo) che vanno in scia dei “sentito dire” utilizzati dagli scettici più titolati. Niente di nuovo sotto il sole, quindi: la scarsa conoscenza, ma ancora di più l’ostinata indifferenza verso i risultati che testimoniano i pazienti con le loro guarigioni, vanno generando i soliti mostri permeati di rara incompetenza. Evidentemente anche tra i farmacisti qualcuno, barcamenandosi tra evidenti insoddisfazioni professionali e voglia di facile notorietà, ha pensato bene di inserire la diffusa modalità “scettico de noantri”: non ne so nulla, non mi interessa, ma ne parlo male e vedrai che alla fine riesco anche a venderci qualche libro. Perchè in fondo, come dicevano i padri latini, pecunia non olet…

Gino Santini
About Gino Santini 93 Articles
Direttore dell'Istituto di Studi di Medicina Omeopatica di Roma. Segretario Nazionale SIOMI. Giornalista pubblicista. Appassionato studioso di costituzioni e del genere umano.

Be the first to comment

Leave a Reply